Tag Archives: Primi piatti

Lorighittas (pasta tipica della cucina sarda)

Per la pasta:

400 g di semola rimacinata

180/200 ml di acqua

10-12 g di sale

Preparazione: porre la semola in una spianatoia formando una fontana, aggiungere il sale, versare al centro l’acqua (poco per volta) e lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto bello liscio ed elastico. Coprire con un canovaccio e lasciar riposare per una decina di minuti. Per confezionare le lorighittas è necessario ottenere prima dei cordoncini  con i quali formare un doppio cerchio attorno all’indice e il medio uniti, quindi intrecciare tra loro i due cordoncini di pasta fino ad ottenere gli anelli intrecciati. (In sardo lorigha significa anello, ciambella, orecchino)

P.S. Mi rendo conto che il procedimento per confezionare le lorighittas è particolare e complesso, ed è per questo che vi mostro la realizzazione in video (presa da YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=EPkHjuer_ns).

Sono ottime con qualunque condimento, dal semplice ragù di pecora o di cinghiale. Ottima anche la versione di mare con vongole o gamberetti. La mia versione preferita è alla campi danese e questa è la ricetta.

Ragù alla campidanese:

200 g di salsiccia (aromatizzata all’anice)
500 g di passata di pomodoro
2 cucchiai di soffritto (carotina, cipollina, costina di sedano)
alcune foglie di basilico
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. pecorino (grattugiato al momento)
la punta di un cucchiaino di zafferano

Preparazione: scaldare due cucchiai d’olio e aggiungere il soffritto. Dopo una leggera rosolatura unire la salsiccia, spellata e sbriciolata. Farla tostare per benino quindi aggiungere la passata (allungata con mezzo bicchier d’acqua). Salare, aggiungere alcune foglie di basilico e far cuocere a fuoco lento per 15 minuti circa. Cuocere la pasta in abbondante acqua, leggermente salata, quindi scolare, condire col sugo e spolverizzare di pecorino sardo.

Dose per 4-5 persone.

Fusilloni ai porcini gratinati al forno

300 g di fusilloni (trafilati al bronzo)
400 g di porcini
500 ml di besciamella
150 g di parmigiano grattugiato
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di prezzemolo tritato finemente
1 rametto di timo
q.b. olio evo
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. brodo vegetale

Per la besciamella:
500 ml di latte
½ cucchiaino di noce moscata
40 g di burro
40 g di farina
q.b. sale

Preparazione della besciamella: far sciogliere il burro in un tegamino a fondo spesso, aggiungere la farina, il sale, la noce moscata ed amalgamare il tutto usando la frusta. Ora aggiungere pian, piano il latte e continuare a girare con la frusta fino a raggiungere la densità desiderata.

Preparazione: pulire molto bene i porcini e affettarli (più o meno grossolani, come preferite).

In un fondo d’olio caldo (circa 3 cucchiai) far rosolare gli spicchi d’aglio in camicia leggermente schiacciati. Appena l’olio sarà profumato, eliminare l’aglio e versare i funghi e il rametto di timo. Salare, pepare e lasciar andare a fuoco vivace per 3-4 minuti. Lessare i fusilloni per 10 minuti in abbondante acqua (leggermente salata) quindi passarli sotto un getto d’acqua fredda per fermare la cottura. Bagnare il fondo di una pirofila con qualche cucchiaio di brodo vegetale, aggiungere la metà dei funghi, un quarto della besciamella, una manciata di parmigiano quindi, sopra questo letto saporito adagiate i fusilloni. Condire con l’avanzo degli ingredienti (brodo, besciamella, porcini e abbondante parmigiano) quindi infornare a 200° per 30 minuti circa. Dose per 5 persone.

Orecchiette fresche con salsiccia e piselli

Orecchiette fresche con salsiccia e piselli

400 g di orecchiette fresche
300 g di salsiccia
600 g di passata di pomodoro
2 cucchiai di soffritto (carotina, cipollina, costina di sedano)
alcune foglie di basilico
q.b. olio extravergine d’oliva
½ bicchiere di vino bianco secco
½ bicchiere d’acqua
200 g di piselli
q.b. sale
q.b. parmigiano (grattugiato al momento)

Preparazione: scaldare due cucchiai d’olio e aggiungere il soffritto. Dopo una leggera rosolatura unire la salsiccia, tagliata a piccoli pezzi. Farla tostare per benino quindi aggiungere il vino e lasciar sfumare. Unire i piselli, ½ bicchiere d’acqua, un pizzico di sale, coprire e far cuocere una decina di minuti quindi unire la passata, aggiustare di sale e far andare a fuoco lento ancora per 15 minuti. Aggiungere il basilico, spezzettato con le dita, negli ultimi minuti di cottura. Cuocere le orecchiette in abbondante acqua, leggermente salata, quindi scolare, condire col sugo e spolverizzare di parmigiano. Dose per 4-5 persone.

1 2 30