Dessert

Cream Tart mignon

Cream Tart mignon

Per 12-15 tortine:
500 g di pasta sfoglia (potete decidere di fare la base in pasta biscotto o frolla)
200 g mascarpone
150 ml panna fresca per dolci
100 ml latte condensato
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
q.b. frutta a piacere

Preparazione: stendere la sfoglia, coppare dei dischi (decidete voi il diametro) e disporre i ritagli in una placca foderata di carta forno. Bucherellarli con una forchetta ed infornarli a 200° fino a completa doratura.

Nel frattempo porre il mascarpone in una terrina, aggiungere la vaniglia, il latte condensato e lavorare con un cucchiaio di legno o delle frustine elettriche. Montare la panna ed inserirla delicatamente nel composto.

Trasferire  il preparato in una saccapoche (non servono bocchette, basta tagliare la punta) e formare delle piccole palline di crema sulle basi di sfoglia. Decorare quindi con la frutta che preferite.

Annunci

Frittelle di carnevale con uvetta al marsala e mele

Frittelle di carnevale con uvetta al marsala e mele

350 g di farina 00
80 g di zucchero semolato
3 uova
scorza grattugiata di 1 limone bio (o arancia se preferite)
100 g di uvetta
1 bustina di lievito
150 ml di latte
1 mela granny smith (quella verde per intenderci)
1 pz di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o quella che avete a disposizione)
q.b. marsala (in presenza di bambini acqua tiepida)
circa 1 litro di olio d’arachide per friggere
q.b. zucchero per insemolare (o zucchero a velo se preferite)

Procedimento: ammollare l’uvetta nel marsala (o in acqua) per almeno un’oretta, quindi sciacquarla per bene, strizzarla e tenerla da parte. In una terrina porre tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito e sale) e mischiare con un cucchiaio. In un boccale versare il latte, le uova, la scorza grattugiata, la vaniglia e battere il tutto con una forchetta. Ora versare gli ingredienti liquidi in quelli secchi ed amalgamare con cura. Inserire infine l’uvetta ben strizzata e la mela tagliata a dadini facendo in modo che si amalgami bene al composto. Coprire con canovaccio e lasciar riposare per mezz’ora.  Aiutandosi con due cucchiai prendere poco impasto per volta (della grandezza di circa 1 noce) e friggere in olio caldo. Passare subito nello zucchero semolato.

Charlotte con chantilly e alchermes

Charlotte con chantilly e alchermes

Charlotte con chantilly e alchermes

 

Per le charlotte:
200 g di zucchero
150 g di farina 00
50 g di fecola
7 albumi
8 tuorli

Preparazione: preriscaldare il forno a 160°. Versare albumi e zucchero in un tegamino, sbatterli un po’ con la frusta quindi accendere il fornello e scaldarli a 40° circa (devono risultare tiepidi e saranno sufficienti due minuti). Ora montarli in planetaria o con le fruste elettriche fino ad ottenere una massa bella corposa. Spegnere la macchina perché si procederà utilizzando un cucchiaio rigido. Con una forchetta sbattere i tuorli ed inserirli in un paio di volte nella montata di albumi quindi procedere incorporando la farina. Girare dal basso verso l’alto con decisione (stando naturalmente attenti a non smontare il tutto) ruotando continuamente la terrina affinché tutta la farina venga inglobata nella massa. Mettere il composto in una saccapoche munita di bocchetta liscia e, sulla placca foderata di carta forno, formare delle cupole da 11-12 cm di diametro (ne riempirete due placche). Spolverarle con abbondante zucchero a velo ed infornare in statico per 10-15 minuti.

Per la chantilly:
500 ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
1 cucchiaio di estratto di vaniglia

Preparazione: aggiungere vaniglia e zucchero nella panna liquida (è importante che sia freddissima) e montare con le fruste.
Inserirla nella sacca poche e riporla in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Inoltre occorre:
q.b. alchermes

Staccare i dischi (raffreddati) di pds dalla carta forno e capovolgerli.  Spennellare ogni pezzo con l’alchermes, farcire con la chantilly, coprire con l’altra metà e metterle nel freezer per un paio d’ore. Ora potranno essere tagliate in quattro triangoli e sistemate nei pirottini.