Tag Archives: Delizie salate

Omelette farcita

Omelette farcita

Ricetta per 4-5 persone:
8 uova
100 g di misticanza
100 g di affettato magro (pollo, prosciutto o tacchino)
100 g di formaggio magro a pasta molle
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. olio evo

Preparazione: rompere le uova, metterle in una terrina, condirle con sale pepe quindi batterle con una forchetta. Ungere per bene una padella inaderente e appena calda, versarci le uova battute. Lasciar cuocere per un minuto circa (rompendo di tanto in tanto il fondo con un cucchiaio per far cuocere il liquido che resta in superficie). Prima di ultimare la cottura farcire l’omelette, prima le verdurine, poi l’affettato ed infine il formaggio. Con l’aiuto di una paletta arrotolare la vostra omelette. Servire calda.

Annunci

Ravioli alla ricotta con crema di stracchino e porcini

Ravioli alla ricotta con crema di stracchino e porcini

Per la pasta:
200 g di farina
2 uova
1 pz di sale

Procedimento: la prima cosa da preparare sarà la pasta: se avete l’impastatrice mettete dentro tutti gli ingredienti e lasciate lavorare per una decina di minuti. L’impasto dovrà risultare bello compatto ed elastico. Se lavorate a mano formate la classica fontana con la farina, mettete al centro le uova ed il sale e, con le dita, iniziate a raccogliere pian, piano la farina dai bordi e procedete fino ad ottenere un unico impasto che dovrà essere lavorato a lungo e con energia. Ora avvolgere la pasta ottenuta nella pellicola trasparente e lascia riposare almeno per un’oretta affinchè la maglia glutinica possa distenda e vi permetta di stenderla agevolmente.

Per la farcia e la salsa:
500 g di porcini
300 g di ricotta di pecora
1 grattata di noce moscata
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 spicchio d’aglio
q.b. olio evo
q.b. sale
q.b. pepe bianco
150 g di stracchino

Nel frattempo che l’impasto riposa tagliare finemente i funghi e saltarli in padella con dell’olio caldo, lo spicchio d’aglio, il timo e il prezzemolo tritato, infine salare e pepare. Trasferire i porcini in un mixer e frullarli (ad intermittenza) grossolanamente. In una terrina porre la ricotta (precedentemente setacciata), aggiungere due cucchiai circa (più o meno a seconda dei vostri gusti) di porcini tritati, un cucchiaio scarso di olio evo, una grattata di noce moscata, una presa di sale, un cucchiaio di parmigiano ed amalgamare il tutto con un cucchiaio. Riporre la farcia in frigo fino al momento dell’utilizzo.
Con l’ausilio della sfogliatrice (o utilizzando il mattarello), preparare delle sfoglie sottili (io mi fermo al nr 3) e con un cucchiaino o una saccapoche fare dei mucchietti di farcia sulla pasta tagliata della forma da voi desiderata quindi richiuderla avendo cura di far fuoriuscire tutta l’aria. Io ho usato un tagliaravioli quindi ho fatto dei dischi, ho farcito al centro e richiuso agevolmente. Cuocerli in abbondante acqua, leggermente salata, per tre minuti al massimo. Porre il trito di porcini avanzato nella padella, aggiungere 150 g di stracchino, due-tre cucchiai di acqua di cottura della pasta e far sciogliere per bene il formaggio. Scolare i ravioli, sistemarli sul piatto di servizio e condirli con la salsa.

Panini morbidi di pan brioche salato

Paninetti3

500 g di farina 00
210 ml di latte
1 cucchiaio raso di zucchero
1 cucchiaino colmo di sale
2 uova
70 ml di olio extravergine d’oliva
5 g di lievito di birra disidratato (mastro fornaio)
1 tuorlo + 2 cucchiai di latte per spennellare
q.b. semi di sesamo

Preparazione: versare farina, lievito e zucchero nella bacinella della planetaria, munita di gancio, e miscelare bene. In un boccale versare il latte, l’olio, le uova e battere il tutto con la forchetta. Azionare la macchina e versare pian piano tutto il liquido. Lasciar lavorare la macchina per 10-15 minuti, inserendo il sale poco prima della fine. Ottenuto un impasto omogeneo, spegnere, coprire con pellicola e mettere a lievitare nel forno spento, con la lucina interna accesa, per due ore circa, dovrà raddoppiare il volume.
Trascorso il tempo, prendere l’impasto, rovesciarlo sul piano di lavoro infarinato, stenderlo col mattarello (poco meno di 1 cm di spessore) e tagliare dei quadrati, più o meno tutti uguali, bagnarsi un dito con dell’acqua e passarlo su tutti i bordi. Incidere tre righe da un lato, farcire il lato opposto con prosciutto, formaggio o ciò che preferite e rotolate fino a chiudere per bene, facendo in modo che le righe risultino sul davanti. Pizzicare le estremità per sigillare la pasta e disporre (avendo cura di mettere la parte della chiusura di sotto) sulla placca, foderata di carta forno, distanziati l’uno dall’altro. Ne ho riempito due placche (15 panini belli grandetti). Rimettere le placche dentro il forno (con lucetta accesa) e lasciar lievitare per un’altra oretta. Battere con la forchetta il tuorlo con il latte e spennellare tutti i panini. A piacere spolverizzarli con dei semi di sesamo. Infornare in preriscaldato statico a 180° per 20-25 minuti. Potete dare ai panini la forma che preferite. Metà li ho farciti prima della cottura e l’altra metà dopo.