Tag Archives: Dolci

Soffici cubotti senza zucchero e senza lattosio

Soffici cubotti senza zucchero e senza lattosio

230 g di farina 00
150 g di maltitolo (zucchero per diabetici reperibile in farmacia)
2 uova
1 bustina di lievito
60 ml di olio di mais (o altro olio vegetale)
150 ml di acqua
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o quella che avete a disposizione)
100 g di gocce di cioccolato senza zucchero

Procedimento: in una terrina porre la farina, il maltitolo, il lievito, le gocce di cioccolato e mischiare con un cucchiaio. In un boccale versare l’acqua, le uova, l’olio, la vaniglia e battere il tutto con una forchetta. Ora versare, pian piano, la parte liquida sugli ingredienti secchi ed amalgamare con cura. Foderare una teglia d’alluminio (usa e getta) con della carta forno (precedentemente bagnata con acqua poi strizzata) da 27 cm ½ di lunghezza e 17 cm ½ di larghezza e versarci dentro il composto quindi infornare in preriscaldato statico a 180° per 35 minuti. Una volta fredda tagliare la torta a cubotti e spolverizzarla con del maltitolo.

Le gocce di cioccolato senza zucchero non si trovano facilmente ma si possono realizzare a casa senza problemi (io lo faccio spesso). Sciogliere a bagnomaria o nel microonde del cioccolato senza zucchero e, aiutandosi con una siringa, versare delle piccole gocce sulla carta forno. Bastano pochi minuti in frigo e si solidificheranno.

Annunci

Frittelle di carnevale con uvetta al marsala e mele

Frittelle di carnevale con uvetta al marsala e mele

350 g di farina 00
80 g di zucchero semolato
3 uova
scorza grattugiata di 1 limone bio (o arancia se preferite)
100 g di uvetta
1 bustina di lievito
150 ml di latte
1 mela granny smith (quella verde per intenderci)
1 pz di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o quella che avete a disposizione)
q.b. marsala (in presenza di bambini acqua tiepida)
circa 1 litro di olio d’arachide per friggere
q.b. zucchero per insemolare (o zucchero a velo se preferite)

Procedimento: ammollare l’uvetta nel marsala (o in acqua) per almeno un’oretta, quindi sciacquarla per bene, strizzarla e tenerla da parte. In una terrina porre tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito e sale) e mischiare con un cucchiaio. In un boccale versare il latte, le uova, la scorza grattugiata, la vaniglia e battere il tutto con una forchetta. Ora versare gli ingredienti liquidi in quelli secchi ed amalgamare con cura. Inserire infine l’uvetta ben strizzata e la mela tagliata a dadini facendo in modo che si amalgami bene al composto. Coprire con canovaccio e lasciar riposare per mezz’ora.  Aiutandosi con due cucchiai prendere poco impasto per volta (della grandezza di circa 1 noce) e friggere in olio caldo. Passare subito nello zucchero semolato.

Migliaccio

Migliaccio

160 g di semolino
400 ml di latte
100 ml di acqua
40 g di burro
400 g di ricotta (ho usato quella di pecora ma va bene anche la vaccina)
scorza di 1 arancia bio
scorza di 1 limone bio
1 pz di sale
190 g di zucchero semolato
3 uova
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o bacche o quella che avete a disposizione)
q.b. zucchero a velo per spolverizzare

Preparazione: versare acqua, latte, burro, sale e scorze in un pentolino e portare sul fuoco. Appena raggiungerà quasi il punto di bollore, spegnere il fuoco, eliminare le scorze, versare a pioggia il semolino e girare con una frusta fino ad ottenere un composto denso. Trasferite il preparato in una terrina e lasciar raffreddare completamente.
Setacciare la ricotta, aggiungere la vaniglia, lavorarla con un cucchiaio, unirla al semolino ed amalgamare per bene. Montare a spuma chiara le uova con lo zucchero ed inserirle poco per volta al composto. Imburrare ed infarinare una teglia da 26 cm di diametro, versarci dentro il preparato ed infornare in preriscaldato statico a 200° per 60 minuti.
Prima di servire il Migliaccio spolverizzare di zucchero a velo.