Tag Archives: Delizie salate

Riso venere asparagi e gamberetti

Riso venere asparagi e gamberetti

250 g di riso venere
200 g di gamberetti sgusciati e privati del budellino interno
200 g di pomodorini ciliegini
400 g di asparagi
1 ciuffetto di prezzemolo
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. sale
q.b. pepe
1 noce di burro

Preparazione: la prima cosa da fare sarà preparare il brodo vegetale (fatto con cipolla, sedano, prezzemolo, carota e, a piacere, alloro e un chiodo di garofano) che ci servirà per la preparazione del risotto. Ricordarsi di salarlo. Ne serviranno circa due litri perché questo tipo di riso ha una cottura di almeno 40-45 minuti. Molti preferiscono lessarlo per poi condirlo come si fa con un’insalata di riso ma io preferisco cucinarlo come un normale risotto. Con un pela patate eliminare l’eventuale parte fibrosa dell’asparago quindi separare i gambi dalle punte. Versare qualche cucchiaio d’olio in un tegame, far rosolare uno scalogno tritato finemente poi farci saltare dentro per un minuto i gambi degli asparagi tagliati a rondelle. Ora buttare dentro il riso e tostarlo leggermente, quindi ricoprirlo di brodo vegetale, abbassare la fiamma e mettere il coperchio, non occorre girarlo costantemente. Quando l’acqua si sarà assorbita aggiungere nuovamente e abbondantemente il brodo e far cuocere ancora. Nel frattempo che il riso cuoce mettere a scaldare un po’ d’olio in una padella e farci imbiondire uno spicchio d’aglio che poi andrà eliminato, versarci dentro i gamberetti , le punte d’asparagi, una spolverata di prezzemolo tritato finissimo e degli spicchietti di pomodorini ciliegini. Aggiustare di sale e pepe e far saltare il tutto per qualche minuto a fuoco vivo. Spegnere e tenere da parte. Finire di cuocere il riso senza farlo asciugare troppo, spegnere il fornello e mantecarlo con una noce di burro. Travasare sul piatto di servizio e versarci sopra i gamberetti, le punte ed i pomodorini.

Torta di piselli

Torta di piselli

1/2 kg di pisellini fini
250 g di farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
50 g di burro fuso
3 uova
100 g di latte
1 cipolla
q.b. sale
q.b. pan grattato
q.b. olio extravergine d’oliva

Preparazione: in una padella capiente far rosolare la cipolla tagliata a fettine sottili, aggiungere un cucchiaio d’acqua per impedire che si bruci e darle così il tempo di cuocersi diventando più digeribile. Quando la cipolla è cotta, risulterà trasparente e morbida, quindi versare dentro i piselli, aggiungere mezzo bicchiere d’acqua, salarli e farli cuocere per un quarto d’ora circa finché tutto il liquido sarà assorbito. Lasciarli raffreddare. Sbattere le uova, inserire il latte, il burro fuso e pian, piano le polveri setacciate. Amalgamare per bene e quando si otterrà un impasto liscio e senza grumi unire i piselli. Ungere una teglia (diametro 21 cm) con dell’olio e spolverarla con del pan grattato. Versarci dentro l’impasto e infornare a 160° per 30 min.

Spaghetti di soia piccanti alla carne

Spaghetti di soia piccanti alla carne

200 g spaghetti di soia
200 g di macinato di maiale
q.b. carota
q.b. sedano
q.b. cipolla
q.b. peperone (Ne basta 1/4 del colore che preferite)
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino rosso
Una spolverata di lemon grass
Una spolverata di zenzero
Una puntina di cucchiaino di maizena
q.b. soia
q.b. olio di semi
q.b. sale

Preparazione: tagliare a minuscoli dadini tutte le verdurine (compreso il peperoncino e lasciando l’aglio intero) e farle saltare in una padella capiente con dell’olio caldo (se avete il wok ancora meglio) insieme alle spezie. Togliere l’aglio e buttare dentro la carne. Farla tostare per bene e poi irrorarla di soia. Aggiungere mezzo bicchiere d’acqua (dentro la quale sciogliere la maizena) e far andare finché l’intingolo si addensa un minimo (mi raccomando non farlo asciugare del tutto perché dentro bisogna saltarci gli spaghetti). Ora mettere dell’acqua sul fuoco e appena bolle salarla, spegnere il fornello e versarci dentro gli spaghetti di soia. Coprire e lasciare ammollare per 2-3 minuti, poi scolare e sciacquare sotto l’acqua fredda così da fermare la cottura. Infine tuffare gli spaghetti nella padella, amalgamare per bene e a piacere condire con ulteriore soia.

Dosi per 4 persone.